Sprizzico

Dieciminuti prima di iniziare a lavorare…

Stamattina niente treno ma per scelta, o per la macchina della nettezza urbana che mi ha fatto aspettare 10 minuti nella via dietro casa, o la voglia di non dover anche oggi perdere un’oretta in stazione a mestre perché il treno è bloccato dalla neve che non c’è se non nella nostra memoria. Stamattina in macchina è stata una cosa stupenda… per un 10 minti mi sono ricordato di quando ero superfelice anche solo ascoltando un disco, pensando che oggi può essere una giornata con forti emozioni, ma maledizione CON CHI si possono condividere… il cielo grigio da neve si è squarciato con una lametta blu all’improvviso e ne è uscito ANDY TIMMONS con il suo Pink Champagne Sparkle

http://www.youtube.com/watch?v=Q29cFqtQtDg

E’ questo! Batteria straight fours ma diretti in faccia, piegare il corpo nello svincolo di MIRA-MIRANO, come quando sei in bici e fai le pieghe, charleston aperto in levare, rockin’ man!, suono sparkle di pickup al manico o al centro single coil slightly overdriven, e l’accordo pompa, e poi rullante in battere raddoppiato, ostinato, tribale, sentimentale, potente, e la gioia dice che si può cambiare, che c’è vita, che si può godere di musica, sì musica, ma con chi, chi condivide con me questo, perché questo assume importanza, non può essere un’importanza solo per me, deve essere condivisa, e oggi non volevo dipendere dal treno, oggi voglio poter dire che alle ore x y esco e vado a comprare i semi di lino, ché da quando li ho finiti mi viene fame alle 11.30. Il caffè alla macchinetta è ok, dai, almeno questa qui da basso. Il capo è malato ma ha inviato 2 email di consegne, “non sono cose troppo difficili”, mah – sembra d’essere all’ufficio postale, impacchettare e spedire… dov’è il cuore la mente il sangue e lo spirito, le parole che fluiscono, cry for me, no, la paura, di far male, di piangere, di cambiare, di veramente tirare fuori il cuore, la creatività repressa maledettamente da questo tipo di realtà che ci si costruisce attorno per obbedire a qualche legge non scritta, maestro, tu mi capisci vero, tu che stai ovattando il garage, altro che capsule blu, altro che matrix, qual è il colore della tua scala di oggi, qual è il ritmo che le tue bacchette ti suggeriscono, dove va il piede della tua cassa, ma è heel-toe o flat foot, le mano sono screpolate un poco, si sorride, sono venuto carico di buone intenzioni, dai che venerdì andiamo a provare un altro corso di salsa, sì perché la routine sta un po’ travalicando, ci vuole sparkle, come Pink Champagne Sparkle, ci vuole aria al cuore, ci vuole spirito, ci vuole gioia e impegno e applicazione, ci vuole spirito libero, ci vuole di tutto e di più, ci vuoi tu, ci voglio io, ci vuole musica e notte e azione e sudore, e sci e fondo, anzi chiamiamo, Rotzo Campolongo quanta neve c’è, come va, ci vuole TONE ZONE e AIR ZONE, ci vuole una chitarra nuova fatta con le mie mani, ci vuole un Liberator Seymour Duncan per dire basta alle saldature, ci vuole un nuovo set di valvole per l’ampli, e tu, amico pianista lì che mi guardi dall’alto dell’attico della musica, quando è che suoniamo ancora?…

Musica, mi salvi ancora – music is the best lover, dice Elisa…

http://singring.virgilio.it/testi/elisa/testo-tic-tac.html

 L ❤

Annunci
Digressione | Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...